CORSI

LAVORO

05/03/2020

Work Experience Impiegato Amministrativo: il racconto di tutor e allieva

Il racconto di una Work Experience: la parola alla tutor Irene e a una degli allievi, Michelle!

A fine dicembre 2019 è cominciata la Work Experience per Impiegato Amministrativo con competenze in Privacy che ha coinvolto 7 giovani, di cui un ragazzo e sei ragazze, interessati a formarsi in ambito amministrativo. Ciascuno di loro è arrivato in ENAC Veneto con un proprio background, diversi sogni e diverse motivazioni per il futuro: c'era chi aveva già alcune basi dalla scuola o aveva già messo mano a bolle e fatture in piccole esperienze di stage e chi, invece, partiva da zero. Tutti però erano accomunati dalla voglia di non rimanere con le mani in mano e di mettersi in gioco, per testare e testarsi in un’esperienza nuova e capire se proseguire il proprio cammino in questo ambito o se cambiare strada. Fin dai colloqui di selezione sono emersi i dubbi - propri di chi non ha avuto molte occasioni per immergersi in una realtà lavorativa e capire quali sono le proprie capacità o i propri punti deboli - e le insicurezze date dalla giovane età. Le Work Experience, però, si rivelano sempre delle ottime occasioni per aiutare le persone che partecipano (giovani o meno giovani) ad inserirsi in un ambito nuovo e quindi orientarsi in un mondo lavorativo sempre più ostico e complicato, dove il lavoro va cercato sì, ma soprattutto ardentemente desiderato. Solitamente, infatti, sono proprio i più motivati a ottenere i risultati migliori, come, ad esempio, chi fa tanti chilometri di strada e resta attento in aula per giornate intere per portarsi a casa il più possibile, per arricchire il proprio bagaglio e per darsi una chance di un futuro migliore.
Il percorso di formazione
Il percorso di formazione è stato molto intenso e utile a far acquisire agli allievi le principali competenze richieste ad un impiegato amministrativo-contabile:
  • gestione della contabilità clienti-fornitori e le operazioni di incasso e pagamento,
  • gestione delle registrazioni di contabilità generale e degli adempimenti fiscali,
  • gestione del trattamento dei dati personali secondo il GDPR,
  • utilizzo degli strumenti informatici a supporto dell’attività di ufficio (Word, Excel, posta elettronica),
  • capacità di comunicare e relazionarsi in modo efficace ed assertivo con colleghi, clienti e fornitori.
Ecco l'aula del corso Impiegato Amministrativo con competenze in Privacy, durante un lavoro di gruppo.
Risulta infatti particolarmente importante, per chi è alle prime armi nel mondo del lavoro, prepararsi non solo da un punto di vista tecnico-professionale, ma anche acquisire quelle soft skills (come le tecniche di comunicazione) che consentono di approcciarsi nel modo giusto al contesto lavorativo e al lavoro in sé. È importante ad esempio essere consci dell’importanza del rispetto dei ruoli, saper adeguarsi al clima più o meno informale in cui si verrà inseriti, essere disponibili a mettersi in discussione e ad accettare le critiche, nonché ad imparare giorno dopo giorno cose nuove. Allo stesso tempo risultano utili alcune linee guida sul funzionamento del tirocinio, sulle dinamiche di un colloquio di selezione, sui canali utili per la ricerca del lavoro e sulle modalità per stendere un CV efficace ed una lettera di presentazione. Questi sono stati i temi affrontati nel corso degli incontri di orientamento, in cui sono state esplorate le aspettative di ciascuno rispetto al proprio futuro immediato e a lungo termine e le strade da perseguire per arrivare al proprio obiettivo. Ecco le impressioni di Irene, la tutor del corso:

“In questi mesi ho imparato a conoscere ciascuno dei ragazzi, a intravederne le fragilità e i punti di forza, riconoscendomi a volte nei loro occhi spauriti, tipici di chi affronta il nuovo con la paura da un lato e la curiosità e la passione dall’altro.

Quante volte anch'io mi sono posta domande sul futuro! Quello che ho imparato in questo tempo trascorso in ENAC Veneto a contatto con i nostri utenti è che queste domande sul futuro ci accompagnano per tutta la vita: dalla scelta della scuola, all’uscita da essa e all’ingresso nel mondo del lavoro, ma anche lungo tutto l’arco della vita lavorativa. Il mercato del lavoro d’oggi ci chiede continuamente di porci domande e raddrizzare il tiro, di provare un lavoro e poi passare ad un altro. Per questo cerchiamo di far sviluppare in tutte le persone che seguiamo la consapevolezza che siamo chiamati continuamente a metterci in gioco, a formarci, a crescere, a cambiare e a mettere da parte la "fisiologica" paura del cambiamento per lasciare il posto alla curiosità e all’entusiasmo per avventure sempre nuove. Visto così, il mondo del lavoro assume tutto un altro colore!

In queste settimane trascorse nelle nostre aule, i ragazzi hanno lavorato con 5 diversi docenti, tutti professionisti nel settore oggetto di studio e con esperienza pluriennale nell’insegnamento.

Il gruppo ha manifestato grande soddisfazione per il percorso svolto e per quanto imparato, scoprendo che il tipo di lezione che si svolge in un ente di formazione si allontana molto dai ricordi spesso carichi d’ansia delle scuole superiori! In ENAC Veneto si scherza tra un esercizio e l’altro, ci si racconta cosa si è fatto nel weekend, si interagisce in aula parlando di sé, si fanno lavori di gruppo, si “gioca” a far finta di essere all’interno di un ufficio vero, si scoprono le esperienze reali di docenti che conoscono a fondo le dinamiche del mondo del lavoro. In poche parole, si impara facendo meno fatica e ci si proietta in modo più realistico nella propria visione del futuro professionale.

Oggi ho deciso di intervistare Michelle, una degli allievi del gruppo, per farvi raccontare attraverso le sue parole questa esperienza vissuta dall’interno.”

L'intervista a Michelle, una degli allievi
Ciao Michelle, innanzitutto complimenti per aver portato a termine questo lungo percorso di formazione ed esserti così tanto impegnata fin qui. Ci racconti cosa ti ha spinto a partecipare? Sono entrata a conoscenza di questo percorso grazie ad una dipendente di ENAC Veneto e mi sono interessata da subito al progetto perché dopo un periodo in cui le esigenze familiari mi hanno portata a dover scegliere lavori non in linea con il mio progetto professionale, questa Work Experience rappresentava per me l’opportunità di riavvicinarmi al mercato del lavoro e di acquisire le competenze professionali necessarie per svolgere il lavoro che vorrei. Prova a descrivere questa esperienza con tre parole Interessante, formativa e stimolante! Cosa senti di aver imparato in questo corso? Ti senti più preparata ad affrontare il lavoro amministrativo all’interno di un ufficio? Sì perché oltre a studiare in senso stretto la contabilità, abbiamo potuto utilizzare un programma contabile che, prima di questo corso, credo nessuno di noi avesse nemmeno mai visto. Ho studiato i metodi della comunicazione, comprendendo e provando a comportarmi nella maniera più opportuna in diverse situazioni lavorative simulate. Ho studiato la privacy, analizzandone diversi aspetti come la gestione dei documenti aziendali su supporto elettronico e cartaceo secondo la normativa GDPR. Ho imparato molte cose che non vedo l'ora di poter applicare nel mio lavoro. Cosa ne pensi dell’organizzazione del corso e della sua gestione? Come ti sei trovata con lo staff? Il corso aveva una durata di 200 ore suddivise sia in giornate di 8 ore, ma anche in lezioni di 4 ore. Devo ammettere che 8 ore possono spaventare, ma credo che questo genere di organizzazione sia stato scelto anche per ridurre le tempistiche e per permetterci di entrare nel mondo del lavoro il più presto possibile. Lo staff ENAC Veneto è sempre stato molto cordiale e professionale; al primo colloquio conoscitivo mi sono sentita a mio agio e anche lungo il percorso formativo mi sono sentita seguita sotto tutti i punti di vista. Riscontrato un problema, ne ho potuto parlare apertamente e abbiamo risolto il tutto. Quali sono state le principali difficoltà e invece gli aspetti più positivi di questa esperienza? Mi viene in mente quel dannato giorno in cui la tua macchina è rimasta in panne nel cortile del nostro istituto… Oggi possiamo riderci su! Nel mio caso, dopo uno stop dagli studi di parecchi anni, per stare in aula 8 ore ho dovuto far passare qualche giorno in modo da riprende l'abitudine. Un altro aspetto critico per me sono stati gli spostamenti: purtroppo venendo da Ponte nelle Alpi, il tragitto non è breve. Eh sì, mi ricordo bene di quella sera! Terminata la lezione, salgo in macchina felice di tornare a casa, ma questa decide di non accendersi…Purtroppo avevo rotto il motorino di avviamento! Non vi dico quante imprecazioni… E dal momento che la sede ENAC Veneto si trova all'interno dell'Istituto Canossiano, mi sono anche sentita un po' in colpa! 😜 Gli aspetti positivi di questa esperienza sono stati conoscere persone nuove e prepararsi al mondo del lavoro tramite docenti competenti che, oltre ad essere formatori, praticano la professione e sono alla mano: tutti loro sono stati capaci di mettermi a mio agio; se avevo qualche dubbio o bisogno di ulteriori spiegazioni non hanno mai esitato a fornirmele… Altro aspetto importante: hanno saputo rendere le lezioni leggere e divertenti nonostante le materie fossero molto impegnative. Trovo inoltre molto utile il fatto che ci abbiano dato l'opportunità di toccare con mano il lavoro che andremo a fare, per esempio permettendoci di utilizzare un programma di uso comune negli uffici di contabilità. Come ti sei trovata con i docenti? E con gli altri ragazzi? Mi sono trovata bene con tutti. I docenti sono stati molto presenti ed hanno saputo insegnare al gruppo senza annoiare o farci perdere l'attenzione. Gli altri ragazzi mi hanno fatta tornare un po' indietro nel tempo a quando andavo a scuola, ci siamo divertiti e abbiamo stretto nuove amicizie che sicuramente manterremo anche al termine di questa esperienza. Ci racconti un episodio divertente o un ricordo che sicuramente conserverai di questi giorni in aula? Di questi giorni in aula ricorderò i battibecchi tra noi alunni, cose leggere e divertenti, i racconti di vita esilaranti di alcuni docenti e il ritorno sui banchi di scuola con l'ansia per i test di fine modulo. Quali sono i tuoi timori per il futuro e come pensi di superarli? Quali sono invece le tue aspettative e speranze per il tirocinio? Il mio timore principale per il futuro è non trovare comunque lavoro nonostante l'impegno in questo progetto, ma il pensiero che il tirocinio mi lascerà una nuova voce nel curriculum mi aiuta a pensare che, se non dovesse terminare con un’assunzione, avrò comunque aggiunto al mio bagaglio lavorativo un'esperienza inerente al lavoro che vorrei fare. Mi auguro ed auguro a tutti i miei compagni che questa avventura termini con delle assunzioni e se non dovesse essere così auguro comunque a tutti di poter trovare un lavoro adatto a noi molto presto! Che suggerimenti ci dai per migliorare? Non ho suggerimento alcuno. Mi sono trovata molto bene. L'unico difetto per quel che mi riguarda è stata la distanza da casa, ma se la sede è a Feltre non credo si possano attuare modifiche. 😜 Consiglieresti ad un amico di partecipare a un percorso di formazione in ENAC Veneto? Perché? Certo, perché oltre a formarti per il mondo del lavoro, ti permette di conoscere persone nuove e metterti in gioco sfidando te stesso nell'imparare cose nuove e metterle in pratica.  
Ringraziamo Michelle per la sua testimonianza. Ora comincerà l’avventura del tirocinio! Noi facciamo a lei e a tutto il gruppo un grande in bocca al lupo per il futuro!   Feltre (BL), 05/03/2020